giovedì 9 febbraio 2017

“RESISTENZA A OLTRANZA” a Castel dell'Ovo – Napoli 9/26 febbraio 2017


Il manifesto di una vita, una evidente dichiarazione di resilienza a cui è possibile ricondurre tutto il percorso creativo dell'artista. E' ancora “RESISTENZA A OLTRANZA” il titolo dato alla mostra che si apre a Napoli, nei suggestivi ambienti della "Sala delle carceri" di Castel dell'Ovo.

La mostra, realizzata in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, e curata da Raffaella Ferraro, è stata visibile dal 9 al 26  febbraio 2017.
Di seguito immagini e video dell'esposizione.

Le opere esposte rappresentano la sintesi della continua ricerca e sperimentazione di Bavenni, il tentativo di trovare un equilibrio nel gioco delle contrapposizioni e delle stratificazioni, in cui la memoria personale e le incursioni nel passato riaffiorano a sprazzi dall'esplosione dei colori brillanti dei pixel.

La resistenza a oltranza di Bavenni scaturisce dalla memoria e dalla storia, da ciò che c'era prima e di cui adesso rimane soltanto un ricordo, un dettaglio, un particolare, che si trasforma in dispositivo di senso e generatore di nuove possibilità di riflessione/visione, grazie al processo creativo dell'artista.
La sua resistenza a oltranza è proprio la straordinaria capacità di reinventarsi e di provare a costruirsi, partendo dalla propria storia personale, un nuovo mondo di immagini possibili a cui aggrapparsi per sopravvivere.


























Servizio video sulla mostra di Lello Bavenni Tenuta a Castel dell'Ovo a Napoli nel febbraio 2017, con intervista all'artista.


Riprese dal vernissage della mostra, con presentazione di Franco Cuomo


Nessun commento:

Posta un commento